Skip to main content

Breve storia del Louvre: intriganti fatti

Dalla Fortezza a National Museum: un simbolo duraturo di Parigi

Breve storia del Louvre: intriganti fatti

Fonti principali: Il Sito Ufficiale Museo del Louvre ; Enciclopedia Britannica

Il Museo del Louvre è conosciuta soprattutto per il suo oggi incredibilmente ricca collezione di dipinti, sculture, disegni e altri,, artefatti culturali per lo più europei. Ma prima di diventare uno dei più grandi e imponenti collezioni d’arte del mondo, ha tenuto una funzione molto diversa. Il museo parigino oggi visitata da milioni di persone ogni anno è stato, fino a poco tempo fa, un palazzo reale e una parte fondamentale delle fortificazioni che proteggevano primi Parigi medievale dagli invasori.

Per apprezzare davvero questo sito storico, saperne di più sulla sua storia complessa anticipo la vostra visita. Questi sono i fatti e gli eventi chiave per togliere sul sito.

Il Louvre durante il periodo medievale

1190: il re Filippo Augusto costruisce una massiccia fortezza sul sito della corrente-giorno Louvre, nel tentativo di proteggere la cité dagli invasori. La fortezza è costruita intorno a quattro grandi fossati e torri difensive. Un enorme torrione, indicato come il giro Grosse , era al centro. I livelli più bassi di questa fortezza sono tutto ciò che rimane; essi possono essere parzialmente visitati oggi.

1356-1358: Dopo un altro periodo di espansione, Parigi ora si estende ben oltre il muro fortificato originale costruito nel 12 ° secolo. Un nuovo muro è costruito in parte per servire come difesa in mezzo l’inizio della Guerra dei Cent’anni contro l’Inghilterra. Il Louvre non serve più come un luogo di difesa.

1364: Il Louvre ha cessato di servire il suo scopo originale, spingendo un architetto che lavora per  il re Carlo V di riconvertire l’ex fortezza in un palazzo reale sontuoso.

La veste medievale del palazzo caratterizzato da una scala a chiocciola di primo piano e di un “giardino del piacere”, mentre gli interni sono stati decorati con arazzi e sculture.
1527: Il Louvre rimane vuoto per 100 anni o giù di lì dopo la morte del re Carlo VI. Nel 1527, Francesco I si muove dentro e demolisce tutto il torrione medievale.

Il Louvre si muove nella sua rinascita veste.

Il Louvre durante il Rinascimento

1546: Francesco I continua a trasformare il palazzo in accordo con le tendenze rinascimentali di architettura e design, sradicare l’ala ovest medievale e la sua sostituzione con strutture in stile rinascimentale. Sotto il regno di Enrico II, la Sala delle Cariatidi e il Pavillon du Roi (del re Pavillion) sono costruiti, e comprendono le stanze private del re. La decorazione del nuovo palazzo è finalmente completato sotto gli ordini del re Enrico IV.

Metà del 16 ° secolo:  L’italiano nato francese regina Caterina de’ Medici , vedova di Enrico II, ordina la costruzione del palazzo delle Tuileries , nel tentativo di migliorare i livelli di comfort al Louvre, che è di resoconti storici un luogo puzzolente caotico. Questa particolare serie di piani alla fine viene abbandonato per un altro.

1595-1610: Henri IV costruisce la Galerie du Bord de l’Eau (Waterside Gallery) per creare un passaggio diretto dalla quartieri reali del Louvre al vicino Palazzo delle Tuileries. La zona conosciuta come la Galerie des Rois (Re Gallery) è costruita anche in questo periodo.

Il Louvre Durante il periodo “classico”

1624-1672: Sotto il regno di Luigi XIII e Luigi XIV, il Louvre subisce una serie intensiva di lavori di ristrutturazione, con conseguente palazzo riconosciamo oggi.

Le principali aggiunte durante questo periodo sono il Pavillon de l’Horloge (Orologio padiglione), che oggi è chiamato il Pavillon de Sully e servirebbe da modello per la progettazione degli altri padiglioni che compongono il sito dei nostri giorni. La sontuosa Galleria Apollo è stata completata nel 1664.

1672-1674: Il monarca Luigi XIV sposta la sede del potere reale dal Palazzo di Versailles in campagna. La feritoia cade in uno stato di relativo abbandono per un secolo.

1692: Il Louvre ha un nuovo ruolo come luogo di incontro per i “salotti” artistici e intellettuali, e Luigi XIV ordina la creazione di una galleria per sculture antiche. Questo è stato il primo passo verso la nascita del museo più frequentato del mondo.

1791: Dopo la rivoluzione francese del 1789 , il Louvre e le Tuileries sono temporaneamente ri-immaginato come un palazzo nazionale a “riunire monumenti delle scienze e delle arti”.

1793: Il governo rivoluzionario francese apre il Museo Centrale des Arts de la République, una nuova istituzione pubblica che in molti modi precede il concetto moderno di oggi del museo. L’ingresso è gratuito per tutti, mentre le collezioni sono tratte principalmente dai possedimenti sequestrati della regalità francese e famiglie aristocratiche.

Diventare un grande museo: gli imperi

1798-1815: Il futuro imperatore Napoleone I “arricchisce” le collezioni del Louvre attraverso spoglie acquisite durante le sue conquiste all’estero, e in particolare in Italia. Il museo è stato rinominato il Musée Napoleon nel 1803 e un busto dell’imperatore è posta sopra l’ingresso. Nel 1806, gli architetti dell’Imperatore Percier e Fontaine costruire un piccolo “Arc de Triomphe” sul padiglione centrale delle Tuileries a celebrazione delle conquiste militari di Francia. L’arco comprende originariamente quattro cavalli di bronzo antichi che erano stati presi dalla Basilica di San Marco in Italia; questi vengono ripristinati in Italia nel 1815, quando il Primo Impero cade. Durante questo periodo, il Louvre è anche significativamente ampliata per includere molte delle ali ancora oggi presenti, tra cui la Cour Carré e la Grande Galerie .

1824: Il Museo Scultura moderna si apre nell’ala ovest della “Cour Carré”. Il museo comprendeva sculture da Versailles e altre collezioni, tutto a soli cinque stanze.

1826-1862: Come moderne tecniche curando e trading si sviluppano, le collezioni del Louvre sono notevolmente arricchito e ampliato per includere opere provenienti da civiltà straniere. Da antichità egiziane ed assire all’arte medievale e rinascimentale e pittura spagnola contemporanea, il Louvre è sulla buona strada per diventare un centro colosso delle arti e della cultura.

1863: collezione ormai massiccia del Louvre è ribattezzato il Musée Napoleone III in onore del leader del Secondo Impero. Ampliamento delle collezioni è principalmente dovuto all’acquisizione 1861 di oltre 11.000 dipinti, oggetti d’arte, sculture e altri oggetti dal marchese Campana.

1871: Nel calore della rivolta popolare del 1871 conosciuta come la Comune di Parigi, il palazzo delle Tuileries viene bruciato dai “Communards”. Il palazzo non è mai ripristinata, lasciando solo i giardini e gli edifici isolati. Fino ad oggi, almeno un comitato nazionale francese continua a presentare una petizione per il restauro del Palazzo .

NEXT: The Emergence del Louvre Moderna

Il prossimo periodo della storia di questo sito francese iconico porta ulteriori cambiamenti e sconvolgimenti, a cominciare dalla distruzione del vecchio Palazzo delle Tuileries.

1883: Quando il palazzo delle Tuileries viene abbattuto, si verifica una transizione importante e il Louvre cessa di essere una sede del potere reale. Il sito è ora quasi interamente dedicato alle arti e alla cultura. Nel giro di pochi anni, il museo si espanderebbe in modo significativo a prendere in consegna tutti i principali edifici.

1884-1939: Il Louvre continua ad espandersi e inaugura nuove ali e collezioni innumerevoli, tra cui un’ala dedicata alle arti islamiche e il Musée des Arts Décoratifs.

1939-1945: Con il breakout imminente della Seconda Guerra Mondiale, nel 1939, il museo è chiuso e le collezioni evacuati, eccetto i più grandi pezzi che sono protetti da sacchi di sabbia. Quando le truppe naziste invadono Parigi e la maggior parte della Francia nel 1940, il Louvre riapre, ma è quasi vuoto.

1981: il presidente francese Francois Mitterand svela un piano ambizioso per rinnovare e riorganizzare il Louvre e spostare il ministero del governo unica rimasta in un’altra posizione, rendendo il Louvre dedicato esclusivamente alla sua attività come un museo per la prima volta.

1986: Il Musée d’Orsay si inaugura nella ex locale della stazione ferroviaria d’Orsay di là della Senna. I nuovi trasferimenti museo opere più contemporanee di artisti nati tra il 1820 e il 1870, e ben presto si distingue per la sua collezione di pittura impressionista, tra gli altri.

Opere dal Jeu de Paume sull’estremità ovest delle Tuileries sono anche trasferiti ad Orsay.
1989: piramide di vetro del Louvre costruita dall’architetto cinese IM Pei viene inaugurato e serve come il nuovo ingresso principale.

You may also like