Skip to main content

In foto: Punti salienti del Museo del Louvre di Parigi

 In foto: Punti salienti del Museo del Louvre di Parigi

Uno dei maggiori problemi che le persone tendono a incontrare quando si visita la gigantesca e tremendamente ricco Musée du Louvre di Parigi? C’è semplicemente troppo da vedere. La vostra mente non può assolutamente prendere tutto, quindi abbiamo fatto un po ‘di lavoro duro per voi, selezionando alcuni dei tesori della collezione e dando la possibilità di familiarizzare con questi anticipo la vostra visita. Sfoglia la nostra gallery per l’ispirazione, e ricordare, una volta lì, non si dovrebbe cercare di fare e vedere tutto!

Nella foto qui:

Questo punto di vista drammatico, piazza spazzare su cui sorge la facciata del Louvre mostra una forte contrapposizione tra architettura classica e moderna. Il palazzo rinascimentale esistente, completata nel 17 ° secolo da Luigi XV, fu sede della regalità francese fino al Luigi XVI costruito Versailles.

La piramide di vetro che ora serve come l’ingresso del Louvre è stato progettato dall’architetto cinese Ieoh Ming Pei e inaugurata nel 1989. La / 72 struttura in vetro ft 22 metro è composto da 800 pezzi separati di vetro, assemblate su una struttura in alluminio del peso di 95 tonnellate.

Un esame più attento la piramide di vetro

Questo dettaglio della piramide di vetro alla feritoia mostra la sovrapposizione intricata di singoli triangoli di vetro su una struttura in alluminio pesante. La piramide può avere un sacco di detrattori, ma non si può negare che incornicia l’ex palazzo del 17 ° secolo in modo sorprendente.

Da Vinci La Gioconda (Monna Lisa)

Nei primi anni del 15 ° secolo, pittore italiano Leonardo da Vinci ha rivoluzionato l’arte del ritratto e ha contribuito a inaugurare il Rinascimento italiano con “La Gioconda”, opera molto meglio conosciuta oggi come la “Gioconda” e ora uno del più ambita Louvre Holdings. Innumerevoli i turisti vengono alla grande museo semplicemente quello di festa i loro occhi su di esso.

Tuttavia, il dipinto, che in realtà è piuttosto piccola e protetto dietro un vetro pesante, può essere difficile da avvicinarsi a, a causa delle grandi folle. Prova ad ottenere al Louvre in un giorno feriale o la mattina presto per una migliore possibilità di ottenere uno sguardo da vicino la signora con il misterioso mezzo sorriso.

Venere di Milo (Aphrodite)

Nel 1820, una scultura della dea greca Afrodite è stata scavata sull’isola di Milo in Grecia. Incontri intorno al 100 aC e più comunemente conosciuta come la Venere di Milo (in riferimento al nome romano per la dea dell’amore), la statua è ora conservato con cura al Museo del Louvre a Parigi, dove milioni di visitatori affollano per vedere la sua armoniosa le forme.

La Vittoria alata di Samotracia (Magna Grecia)

Incontri intorno al 190-220 aC, la Vittoria alata di Samotracia mostra una femmina figure– la dea greca della vittoria (Nike) – in piedi su una base che ricorda una nave. La scultura massiccia, mostrato in modo permanente al Louvre di Parigi, sorge più di 18 ft alto. E ‘costituito da un blocco pesante di marmo pario e è stato scavato nel 1863. È interessante notare che la testa non fu mai trovato.

Libertà che guida il popolo di Eugene Delacroix

Una delle principali opere del Romanticismo francese nella pittura è di Eugène Delacroix La Liberté Guidant Le Peuple (Libertà che guida il popolo), che è stato dipinto durante la rivoluzione francese del 1830 come un manifesto politico. Ospitato presso il Louvre di Parigi, è stato successivamente indicato come la prima opera d’arte politica importante dell’era moderna. Delacroix, che era lui stesso parte degli sforzi militari, si è ritratta in alto a sinistra (facilmente identificabile come l’uomo con un cappello a cilindro).

La Galleria Apollo: un tesoro Rinnovata di recente al Louvre

Dopo aver subito un importante restauro, la sontuosa Galleria Apollo riaperto al Louvre nel 2004. Dedicato al Re Sole (Luigi XVI), le caratteristiche galleria soffitti e tesori, tra cui i gioielli della corona francese riccamente dipinte. Proprio come la Galleria degli Specchi presso il Castello di Versailles, la Galleria Apollo sono voluti anni per completare ed è il lavoro di oltre 20 artisti, tra cui Eugène Delacroix e Charles Le Brun.

La camera Codice Hammurabi al Louvre

Il Codice Hammurabi è una serie di tavolette risalenti al 12 ° secolo aC e iscritti con leggi stabilite sotto il regno del re babilonese Hammurabi. Il prologo ai codici, inciso su una tavoletta di argilla, si trova al Louvre, e offre uno scorcio affascinante nella vita quotidiana nell’antico regno babilonese. Questa ala del Louvre è generalmente notevole per la sua impressionante collezione di antiche opere d’arte e manufatti provenienti dal Medio Oriente.

 

You may also like