La Valle dei Re, Egitto – Fatti e informazioni

Posted on

La Valle dei Re, Egitto - Fatti e informazioni

Con un nome che racchiude tutta la grandiosità dell’antico passato egiziano , la Valle dei Re è una delle destinazioni turistiche più popolari del paese. Si trova sulla sponda occidentale del Nilo, direttamente dall’altra parte del fiume rispetto all’antica città di Tebe (ora conosciuta come Luxor). Geograficamente, la valle è insignificante; ma sotto la sua sterile superficie si trovano più di 60 tombe scavate nella roccia, create tra il XVI e l’XI secolo a.C. per ospitare i faraoni defunti del Nuovo Regno.

La valle comprende due distinte braccia: la West Valley e la East Valley. La maggior parte delle tombe si trova nell’ultimo braccio. Sebbene quasi tutti siano stati saccheggiati nell’antichità, i murales e i geroglifici che coprono le pareti delle tombe reali offrono una preziosa visione dei rituali funerari e delle credenze degli antichi egizi.

La valle nei tempi antichi

Dopo anni di approfonditi studi, la maggior parte degli storici crede che la Valle dei Re fu usata come luogo di sepoltura reale dal 1539 al 1075 a.C. circa, un periodo di quasi 500 anni. La prima tomba che fu scolpita qui fu quella del faraone Thutmose I , mentre si ritiene che l’ultima tomba reale fosse quella di Ramesse XI. Non è chiaro perché Thutmose abbia scelto la valle come sede della sua nuova necropoli. Alcuni egittologi suggeriscono di essere stato ispirato dalla vicinanza di al-Qurn, un picco ritenuto sacro per le dee Hathor e Meretseger, e la cui forma fa eco a quella delle piramidi del Vecchio Regno .

È probabile che anche la posizione isolata della valle sia stata attraente, rendendo più facile proteggere le tombe dai potenziali predoni.

Nonostante il suo nome, la Valle dei Re non era popolata esclusivamente da faraoni. In effetti, la maggior parte delle sue tombe apparteneva a nobili e membri della famiglia reale favoriti (anche se le mogli dei faraoni sarebbero state sepolte nella vicina Valle delle Regine dopo che la costruzione iniziò lì intorno al 1301 a.C.). Tombe in entrambe le valli sarebbero state costruite e decorate da abili operai che vivevano nel vicino villaggio di Deir el-Medina. La bellezza di queste decorazioni era tale che le tombe sono state al centro del turismo per migliaia di anni.

Le iscrizioni lasciate dagli antichi greci e romani sono visibili in molte tombe, in particolare quella di Ramesse VI (KV9) che ha oltre 1.000 esempi di antichi graffiti.

Storia moderna

Più recentemente, le tombe sono state oggetto di ampie esplorazioni e scavi. Nel 18 ° secolo, Napoleone commissionò mappe dettagliate della Valle dei Re e delle sue varie tombe. Gli esploratori continuarono a svelare nuovi luoghi di sepoltura per tutto il diciannovesimo secolo, fino a quando l’esploratore americano Theodore M. Davis dichiarò il sito completamente scavato nel 1912. Tuttavia, nel 1922 gli fu smentito che l’archeologo britannico Howard Carter guidò la spedizione che scoprì la tomba di Tutankhamun . Sebbene lo stesso Tutankhamon fosse un faraone relativamente minore, le incredibili ricchezze trovate nella sua tomba hanno reso questa una delle scoperte archeologiche più famose di tutti i tempi.

La Valle dei Re è stata istituita come patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1979 insieme al resto della necropoli tebana e continua ad essere oggetto di continue esplorazioni archeologiche.

Cosa vedere e fare

Oggi, solo 18 delle 63 tombe della valle possono essere visitate dal pubblico e raramente sono aperte allo stesso tempo. Invece, le autorità ruotano quelle che sono aperte per cercare di mitigare gli effetti dannosi del turismo di massa (inclusi livelli di anidride carbonica, attrito e umidità aumentati). In diverse tombe, i murali sono protetti da deumidificatori e schermi di vetro; mentre altri sono ora dotati di illuminazione elettrica.

Di tutte le tombe nella Valle dei Re, la più famosa è ancora quella di Tutankhamon (KV62). Anche se è relativamente piccolo e da allora è stato spogliato della maggior parte dei suoi tesori, ospita ancora la mummia del re ragazzo, racchiusa in un sarcofago di legno dorato. Altri punti salienti includono la tomba di Ramesse VI (KV9) e Tuthmose III (KV34). La prima è una delle tombe più grandi e sofisticate della valle ed è famosa per le sue decorazioni dettagliate che raffigurano il testo completo del Libro delle caverne degli inferi. Quest’ultima è la tomba più antica aperta ai visitatori e risale al 1450 aC circa. Il murale del vestibolo raffigura non meno di 741 divinità egizie, mentre la camera funeraria comprende un bellissimo sarcofago in quarzite rossa.

Assicurati di pianificare una visita al Museo Egizio del Cairo per vedere i tesori che sono stati rimossi dalla Valle dei Re per la loro protezione. Questi includono la maggior parte delle mummie e l’iconica maschera mortuaria dorata di Tutankhamon. Nota che diversi oggetti della preziosissima cache di Tutankhamon sono stati recentemente trasferiti nel nuovo Grand Egyptian Museum vicino al complesso della piramide di Giza, incluso il suo magnifico carro funerario.

Come visitare

Esistono diversi modi per visitare la Valle dei Re. I viaggiatori indipendenti possono noleggiare un taxi da Luxor o dal terminal dei traghetti della Cisgiordania per accompagnarli in un tour di un’intera giornata nei siti della Cisgiordania, tra cui la Valle dei Re, la Valle delle Regine e il complesso del tempio Deir al-Bahri. Se ti senti in forma, noleggiare una bicicletta è un’altra opzione popolare, ma tieni presente che la strada che porta alla Valle dei Re è ripida, polverosa e calda. È anche possibile fare un’escursione nella valle dei re da Deir al-Bahri o Deir el-Medina, un percorso breve ma impegnativo che offre una vista spettacolare sul paesaggio tebano.

Forse il modo più semplice per visitare è con uno degli innumerevoli tour di mezza giornata o interi pubblicizzati a Luxor. Memphis Tours offre un’eccellente escursione di quattro ore nella Valle dei Re, nei Collossi di Memnon e nel Tempio di Hatshepsut, con prezzi che includono il trasporto con aria condizionata, una guida egittologa di lingua inglese, tutti i biglietti d’ingresso e l’acqua in bottiglia.

Informazioni pratiche

Inizia la tua visita al Centro visitatori, dove un modello della valle e un film sulla scoperta della tomba di Tutankhamon da parte di Carter offrono una panoramica di cosa aspettarsi all’interno delle tombe stesse. C’è un trenino elettrico tra il Centro visitatori e le tombe, che ti fa risparmiare una passeggiata calda e polverosa in cambio di una tariffa minima. Ricorda che c’è poca ombra nella valle e che le temperature possono essere torride (soprattutto in estate). Assicurati di vestirti in modo fresco e porta molta crema solare e acqua. Non ha senso portare una macchina fotografica poiché la fotografia è severamente vietata, ma una torcia può aiutarti a vedere meglio all’interno delle tombe non illuminate.

I biglietti hanno un prezzo di 80 sterline egiziane a persona, con una tariffa agevolata di 40 sterline egiziane per gli studenti. Ciò include l’ingresso a tre tombe (a seconda di quali sono aperte il giorno). Avrai bisogno di un biglietto separato per visitare la singola tomba aperta della West Valley, KV23, che apparteneva al faraone Ay. Allo stesso modo, la tomba di Tutankhamon non è inclusa nel prezzo normale del biglietto. Puoi acquistare un biglietto per la sua tomba per 100 sterline egiziane a persona o 50 sterline egiziane per studente. In passato ben 5.000 turisti visitavano la Valle dei Re ogni giorno e lunghe code facevano parte dell’esperienza. Tuttavia, la recente instabilità in Egitto ha visto un drastico calo del turismo e di conseguenza le tombe saranno probabilmente meno affollate.