Skip to main content

Palazzo di Versailles e giardini: La Guida Completa

Francia più opulento castello ha una storia affascinante Reale

Palazzo di Versailles e giardini: La Guida Completa

La parola “Versailles” racchiude una buona dose di mistero: anche se non si sa molto circa il leggendario castello francese, il suo nome da solo tende a evocare immagini di reale pompa, il potere e la ricchezza in mente di molte persone.

Questo è tutto per ottime ragioni: il Palazzo e giardini, per lo più sviluppata sotto il re Luigi XIV nel tardo 17 ° secolo, sono tra il mondo più stravaganti, e rappresentano una prodezza di architettura francese e del paesaggio. Non c’è da stupirsi che è stato nominato un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Come la casa dell’ultimo re e la regina di Francia,  Versailles  simboleggia anche l’altezza della decadenza reale francese, e tumultuosa, secolare transizione del paese dalla monarchia alla repubblica.

Situato a meno di un’ora dal centro di Parigi in treno o in auto, il Castello e giardini attirano circa 6 milioni di visitatori ogni anno di successo provenienti proprio dietro la Torre Eiffel come una delle attrazioni più popolari di Francia. E ‘particolarmente idilliaco durante i mesi più caldi, quando le verdi e rigogliose espansiva giardini, fontane e statue significa che si può spendere un bel po’ di tempo fuori per passeggiate, pic-nic ed elaborare ” spettacoli musicali d’acqua” .

Che tu sia un visitatore per la prima volta alla ricerca di informazioni pratiche sul vostro prossimo viaggio al Palazzo, o vuole scavare un po ‘più in profondità nella storia affascinante Versailles’ e vedere gli highlights dal Castello, scorrere verso il basso per molto di più.

Cosa vedere a Versailles: una panoramica


Soprattutto su un primo viaggio al Palazzo e giardini, spesso i visitatori si sentono sopraffatti dall’enormità dei motivi: cosa vedere e fare in via prioritaria, e ciò che può essere lasciato ad una seconda visita su tutta la linea?

Le cose essenziali da vedere e fare su una prima visita

In primo luogo, una volta che hai acquistato il biglietto e procurato una guida audio gratuita presso l’ingresso principale, esplorare il principale palazzo . Lasciare due o tre ore per esplorare a fondo il palazzo, o di concentrarsi su alcuni dei più famosi camere in un’ora o due.

Composto da una vertiginosa 2.300 camere, il castello tentacolare comprende attrazioni come la splendida Sala degli Specchi, del re Appartamenti e Reale Camera da letto, il Royal Operahouse, Camere da letto di Maria Antonietta, e la Galleria Battaglie.

Giardini, fontane e sculture

Soprattutto se siete in visita in primavera, estate o inizio autunno, una lunga passeggiata attraverso i giardini formali elaborati progettati dal famoso architetto paesaggista André Le Nôtre sono in ordine.

Numerose fontane e sculture elaborate coprono il terreno intorno Versailles e vale la pena di ammirare nel dettaglio. Considerare la prenotazione di un biglietto per uno spettacolo serale con musica e illuminazioni in tutto il / giardino fontane scultura.

Il Grand e Petit Trianon 

Se hai un giorno intero per consacrare a esplorare la vasta tenuta di Versailles, si consideri vedere il Grand e Petit Trianon e allontanarsi dalle orde di turisti. Questi quartieri più intime sono state costruite da monarchi francesi per sfuggire alla commozione e intrighi politici della vita Palace – e di portare i loro amanti, naturalmente. La raffinata architettura è rinomato, anche – e c’è anche un tranquillo giardino in stile inglese sulla terra del Trianon Estate.

La regina di Amleto 

Ultimo ma non meno importante, questo affascinante angolo della Tenuta era casa di Marie-Antoinette preferito (a parte Le Petit Trianon) per allontanarsi, e (scandalosamente) giocare a semplice vita contadina. E ‘affascinante, bucolico e vagamente Disney-esque – ma vale la pena un’ora o giù di lì.

Come arrivare Tickets & Altro Informazioni Pratiche

Come arrivare: treni e bus 

Il modo più semplice per arrivare a Versailles dal centro di Parigi è quello di prendere la RER (treni pendolari) linea C alla stazione di Castello di Versailles-Rive Gauche, quindi seguire le indicazioni per l’ingresso Palazzo (10 minuti a piedi).

Per i visitatori con mobilità limitata, prendere un autobus o un allenatore potrebbe essere una soluzione migliore. La Versailles Express è un servizio di navetta che va dalla Torre Eiffel al palazzo, e va dal Martedì alla Domenica.

In alternativa, la linea di autobus 171 corse giornaliere dalla vicina stazione della metropolitana Pont de Sèvres (linea 9) e scende visitatori vicino all’entrata Palace. Il viaggio dura solo circa 30 minuti.

Orari di apertura

Il palazzo ei giardini sono aperti tutto l’anno , ma lo fanno essere consapevoli del fatto che ci sono di alta stagione e bassa stagione ore. Qui sotto trovi gli orari di apertura alta stagione; vedi questa pagina per informazioni sulla bassa stagione (1 ° novembre al 31 marzo).

Tra il 1 ° aprile e il 31 ottobre, la principale Palace è  aperto dal Martedì alla Domenica, 9:00-06:30 (chiuso il lunedì e il 1 ° maggio). Ultimi biglietti sono in vendita alle 5:50 pm ed ultimo ingresso è alle 06:00

La Tenuta di Trianon è aperto negli stessi giorni, 12:00-18:30 ultimo ingresso è alle 06:00

I giardini sono aperti tutti i giorni 8:00-08:30, compreso il lunedì. Un biglietto separato per i soli giardini possono essere acquistati.

Punti di accesso 

Per l’ingresso al palazzo principale, dirigersi verso il cortile principale. Se si dispone già di un biglietto elettronico stampato o o sono ammissibili per l’ingresso gratuito, la testa direttamente all’ingresso A; In caso contrario, procedere con la biglietteria, che si trova sul lato sinistro del cortile.

Un percorso di accesso speciale per i visitatori con mobilità limitata si trova vicino al cancello principale. I cani guida sono ammessi nei locali con un documento di identità.

Per l’accesso al Grand o Petit Trianon, seguire le indicazioni dall’ingresso principale; c’è un ufficio biglietto separato per i visitatori che desiderano visitare solo il Trianon immobiliare o iniziare la loro visita.

Biglietti e Concessioni 

Per un elenco aggiornato dei prezzi dei biglietti e come ottenerli, consultare questa pagina sul sito ufficiale . L’acquisto di biglietti online è altamente consigliato per evitare di attesa in lunghe code.

Concessioni / biglietto a prezzo ridotto sono concessi per gli studenti, le persone con mobilità ridotta e le loro guide. L’ingresso è gratuito per tutti i visitatori di età inferiore ai 18 anni e per i cittadini dell’Unione Europea di età inferiore ai 26.

Visite guidate, Audioguide e temporanee  Esposizioni

Visite guidate del parco e giardini del Palazzo sono offerti Nei giorni per individuali e gruppi. Vedi questa pagina per un elenco completo delle visite e prezzi correnti, così come informazioni su come prenotare.

Le guide audio sono gratuiti per tutti i visitatori e sono disponibili presso il punto di ingresso principale del palazzo, così come nella Lower Gallery vicino a Apartments delle signore.

Mostre temporanee e spettacoli musicali a Versailles dare ai visitatori con un interesse a scavare un po ‘più a fondo uno sguardo più mirato alla storia, opere artistiche, e la gente di nota che circonda il Palazzo. Lo spettacolo “Musical Waters” è immensamente popolare in estate.

altre strutture 

Servizi per i visitatori di Versailles sono dotate di connessione wi-fi gratuita, negozi di souvenir, numerosi  bar e ristoranti , deposito bagagli e stazioni fasciatoio, e sportelli informativi.

Sala degli Specchi: del palazzo più famoso in camera

Nessuna visita a Versailles sarebbe completo senza una visita al maestoso, se è vero piuttosto vistosa, Sala degli Specchi.  Progettato per incarnare la potenza, fasto e l’eleganza della monarchia francese e il suo notevole valore militare, la galleria di 73 metri – che è stato recentemente ristrutturato al suo antico splendore – dispone di 373 specchi situati circa 17 archi. Ai tempi di costruzione della galleria, specchi di questo calibro sono stati oggetti di lusso a disposizione solo pochi eletti. Soffitto a volta di Le Brun è decorato con 30 dipinti che illustrano il valore militare e il successo della Francia.

La lunga galleria è stata a lungo utilizzata per ricevere dignitari e funzionari, e di organizzare eventi formali come palle e matrimoni reali. E ‘stato anche la stanza in cui è stato firmato nel 1919 il Trattato di Versailles, che segna la fine formale della prima guerra mondiale

Assicuratevi di vedere le camere adiacenti, e imponenti, come il War Room e la Sala della Pace.

Il Re Appartamenti e Reale Bedchamber

Un altro highlight all’interno delle mura del Palazzo di Versailles principali sono l’Appartamenti del Re e Royal Camere da letto. Più intima rispetto al re Appartamenti di Stato , che sono stati utilizzati principalmente per funzioni ufficiali e sono di conseguenza sontuosa, questi appartamenti offrono un po ‘più di uno scorcio della vita quotidiana del re Luigi XIV.

La stanza conosciuta come la Bull Anticamera degli occhi si accede direttamente alla Sala degli Specchi e la regina di appartamenti; mentre Royal Table Anticamera era posto preferito del Re Sole per cene pubblico.

La camera del Re, nel frattempo, è una stanza enorme che collega in tre punti alla Sala degli Specchi. Re Luigi XIV eseguita elaborato “risveglio” e “andare a letto” cerimonie qui, ed è morto in sala nel 1715, a seguito di un regno durato 72 anni.

Giardini, fontane e statue: Punti di forza per vedere

Dopo aver visitato il palazzo principale, testa di fuori nei giardini estesi e splendidi. Pianificati e progettati da Le Notre, i giardini rappresentano l’altezza di epoca rinascimentale di armonia e simmetria, con i loro arbusti elaborato formate, aiuole e alberi. Decine di varietà di fiori e alberi abbondano nella tenuta, con enormi fontane e sculture aggiungendo l’atmosfera di regalità calma che pervade tutto.

principali luoghi 

I giardini sono molto vaste, in modo da focalizzare la vostra visita è una buona idea se non si dispone di una mattina tutto o pomeriggio per esplorarli piacevole.

Il ” Grande Perspective” (grande prospettiva) sui giardini può essere visto da dentro il palazzo e la Sala degli Specchi: guardare fuori sopra la centrale di “Water Parterre” consente una prospettiva est-ovest mozzafiato sui vasti giardini – la graziosa, gioco simmetrico tra il verde, grandi piscine di acqua, fontane e statue. Il percorso dal piede della “Grande Perspective” va fontana e ornate parterre passato di Leto, fino al canale d’acqua.

Intorno alla base del palazzo ci sono altri due percorsi principali o “parterre”, entrambi i quali possono essere visualizzati dal Parterre d’acqua: il Nord e il Sud Parterres . La sezione del Nord è “introdotto” da due statue in bronzo di spicco dal 1688, “The Grinder” e “Modest Venere”. Una grande piscina circolare divide la zona. Spostamento verso nord, prendere nella splendida piramide Fontana, progettato da Charles Le Brun, e con statue raffiguranti elaborati delfini, gamberi e Tritoni.

Nel frattempo, il Parterre Sud (noto anche come il Giardino dei Fiori) è “sorvegliato” da due sfingi in bronzo aggiunti nel 1685 (erano in precedenza in un’altra posizione sul Estate). Dalla balaustra, si può prendere in prospettive meravigliose sul rigoglioso Orangerie.

Parterre di Leto  è senza dubbio uno dei luoghi più belli della tenuta di Versailles. Questo vasto, giardino minimalista, commissionato da Luigi XIV e costruito nel 1660, mette in mostra il dono di Le Notre per le forme armoniose in architettura del paesaggio, con la sua semplice ma visivamente “ricciolo” e le forme “fan”. La fontana centrale mozzafiato con le sue sculture allegoriche è stato ispirato da racconti mitici di Ovidio in Le metamorfosi.

Il Grand Trianon e il Petit Trianon

Commissionato dal Re Sole (Luigi XIV) come residenza alternativa sul Estate – quella che gli avrebbe concesso un po ‘di tregua dallo stress e politica della vita di corte – il Trianon Estate è uno dei luoghi più sontuosi, intimi ed eleganti di Versailles. Molti turisti del tutto trascurare, rendendolo un luogo meno affollato più tranquillo per esplorare nella tenuta.

Il Grand Trianon , un palazzo di ispirazione italiana con marmo rosa, archi ornati e giardini lussureggianti che si sentono molto più intimo rispetto a quelli che fiancheggia il palazzo principale, era un luogo dove il re si ritirò per proseguire la sua relazione con la sua amante, la signora di Montespan.

Il Petit Trianon, nel frattempo, era il luogo preferito per la regina Maria Antonietta di ritirarsi, accanto al suo bucolica “Amleto”.

La regina di Amleto: Marie-Antoinette “Peasant Village”

Uno dei luoghi quirkiest della tenuta è questo santuario accogliente progettato per Maria Antonietta, ancora una volta come un luogo per ritirarsi dallo stress della vita di corte. A partire dal 1777, la regina ha ordinato una riprogettazione della tenuta Trianon; lei ha prima giardini inglesi costruiti in contrasto con la razionalità Stark e lo sfarzo dei giardini esistenti a Versailles. Ha poi commissionato un “borgo” che consiste in un finto villaggio – che rappresenta, forse, l’ordinarietà della vita confortante commoner – e un lago artificiale. Per alcuni, l’Amleto rappresenta la tendenza sfortunata regina di sentimentale vita contadina senza riconoscere la sofferenza dei suoi sudditi; Per altri, la sua esemplifica la natura timida e avversione per la vita di corte, con tutti i suoi rigori e richieste.

Oggi, vari animali da allevamento sono conservati in un santuario sul borgo, rendendolo un luogo piacevole per una passeggiata con i giovani visitatori in particolare.

Date principali e fatti storici: un abbagliante e Dark Past

Versailles potrebbe dire per rappresentare sia lo zenit e il crollo della monarchia francese. In primo luogo stabilito come residenza di caccia dal re Luigi XIII, è stato portato nella sua piena gloria dal re Luigi XIV – noto anche come il Re Sole, per la radiosa e onnipotente modo in cui l’amato monarca governò la Francia. Sarebbe servire come centro simbolico e reale della monarchia assoluta attraverso il regno di Luigi XVI, prima della rivoluzione francese rovesciato e sequestrato Versailles nei primi anni 1790. Qui ci sono alcune date e fatti importanti:

1623-1624: Il giovane principe che in seguito sarebbe stato chiamato il re Luigi XIII stabilisce Versailles come residenza di caccia, innamorato con la sua bellezza ed abbondante di gioco. Ha iniziato la costruzione di un palazzo per i motivi dal 1631, ed è stato completato nel 1634.

1661: Il giovane re Luigi XIV, volendo consolidare il potere reale di Versailles e spostare dalla sua sede tradizionale a Parigi, si impegna ambizioso di costruzione che sarebbe durato fino alla fine della sua vita. Il palazzo ed i giardini che vediamo oggi sono in gran parte il risultato della sua visione e la persistenza; ha assunto in particolare il paesaggio geniale architetto André Le Nôtre di concepire sontuosi giardini, fontane e statue del palazzo.

Patrono entusiasta di arte, cultura e musica, Versailles fiorì sotto il Re Sole non solo come la sede del potere reale francese, ma anche come luogo di artisti brillanti, come drammaturgo Molière a venire presentare il loro lavoro a corte.

1715:  Dopo la morte di Luigi XIV, Versailles è temporaneamente abbandonato come suo figlio, Luigi XV, prende il trono di ritorno a Parigi. Il Re sarebbe tornato a Versailles nel 1722, e sotto il suo regno, la tenuta è stata sviluppata ulteriormente; la Royal Opera House è stata notevolmente completata durante questo periodo. Un attentato è stato fatto da Damien sul Re nel 1757; questo periodo è anche degno di nota a causa di un bambino prodigio di nome Wolfgang Amadeus Mozart eseguendo qui.

1770 : Il futuro re Luigi XVI, che è nato a Versailles, sposa l’austriaco arciduchessa Maria Antonietta alla Royal Opera House on the Estate. Sono 15 e 14 anni rispettivamente, al momento del loro matrimonio. Il principe celebra la sua incoronazione come Luigi XVI nel 1775.

1789: Nel calore della rivoluzione francese, Luigi XVI, Maria Antonietta e loro bambini sono costretti a lasciare Versailles per Parigi, dove sono detronizzato (1791) e poi ghigliottinato in Place de la Concorde nel 1793.

19 ° secolo:  Non è più la sede del potere reale o imperiale – Napoleone ho scelto di non regnare da Versailles – Tenuta entra in un periodo di cambiamento continuo, fino a diventare un museo reale sotto la Restaurazione Monarchia.

1919: Il Trattato di Versailles infame, che termina la prima guerra mondiale, ma senza dubbio piantare i semi per il prossimo “Grande Guerra” in Europa, è firmato qui.

You may also like