Skip to main content

Una guida per Antibes sulla Costa Azzurra

Una guida per Antibes sulla Costa Azzurra
Situato tra sfavillante Nizza e Cannes, la località turistica di Antibes è conosciuto per due cose: multi-milioni di dollari mega yacht e un centro storico labirintico racchiuso da bastioni 16 ° secolo. seconda città più grande della Costa Azzurra è sede di 80.000 abitanti e il più grande porto del Mediterraneo, Port Vauban, che ha continuato ad attrarre le navi di una varietà diversa da prima dai tempi dell’Impero Romano. L’antico porto commerciale greca chiamata Antipolis è stato pesantemente fortificata da Vauban nel 17 ° secolo e, dopo una battaglia che durò molti anni tra la Francia e la Casa di Savoia, Antibes-e l’intera contea di Nizza-rivendicato il suo attuale stato di francese.

Dopo la prima guerra mondiale, americana ferrovia magnate Frank Jay Gould ha aperto una località balneare sciccoso nel vicino Juan-les-Pins che fu la casa di primo hotel di lusso della regione e il casinò, il disegno del calibro di Scott Fitzgerald, Charlie Chaplin, Marlene Dietrich e Picasso .

Arrivarci

Delta offre un volo stagionale da New York (JFK) al  Nice Côte d’Azur , che dispone di due terminali recentemente rinnovate (completo di ristoranti Jamie Oliver, un bar caviale Petrossian, e un negozio di macaron Ladurée) e si siede solo un 20- minuti di auto da Antibes. I viaggiatori possono anche raggiungere Antibes su un giro di 12 minuti di treno da Nizza o con il treno ad alta velocità da Londra o Parigi. È anche possibile salire sul bus Vallauris espresso 250 da entrambi i terminal al Nice Côte d’Azur per la corsa di 38 minuti a Antibes.

Assicurarsi di acquistare i biglietti presso gli uffici di vendita in stazione degli autobus (cancello A0) o agli arrivi (A2 / A3).

Muoversi

Camminare è il modo più semplice per spostarsi strade strette e acciottolate Antibes, dal momento che la maggior parte di loro sono pedonale e tutte le attrazioni si trovano all’interno del centro storico della città. Ci sono autobus, ma questi sono utilizzati principalmente per raggiungere altre città e villaggi. Un ottimo modo per esplorare Antibes (in particolare il glamour, villa-foderato penisola di Cap d’Antibes) è in bicicletta, con percorsi spesso frequentati da alcuni dei ciclisti Pro Tour de France a livello della regione.

Antibes e Cap d’Antibes – Dove dormire

Tra Antibes e la sorella località di Juan-les-Pins, troverete un sacco di opzioni di hotel, forse il più glamour di essere Hotel du Cap-Eden-Roc , un hotel con 33 cabine balneari e una piscina a sfioro che si estende sul Mediterraneo. Per darvi un’idea di come questo luogo leggendario è, è servito come ispirazione per il romanzo di Fitzgerald, “Tenera è la notte.” Un altro punto che è stato uno dei preferiti Fitzgerald è di Juan-les-Pins Hôtel Belles Rives , l’ex villa Saint Louis dove lo scrittore e la moglie, Zelda, una volta vivevano.

Ora l’hotel-che è stato il primo lungo l’acqua sulla francese Rivera-ospita 43 camere e di un ristorante premiato dalla Michelin, La Passagère .

Dove mangiare

Perdersi passeggiando lungo le strade tortuose del centro storico di Antibes, dove vi imbatterete in una serie di affascinanti bistrot che serve classica cucina mediterranea (si pensi di frutti di mare, pasta italiana con influenze e la pizza e specialità regionali come bouillabaisse). Per un affare di una stella Michelin, rendere il vostro modo di conduzione familiare  Bacone  a Cap d’Antibes, dove il menu di pesce pesante è stata un successo locale fin dalla sua apertura come Seafood Shack di nuovo nel 1940. Passeggiando lungo i bastioni, dopo una visita al Museo Picasso, mettere in pausa per il pranzo a  Les Vieux Murs , il cui nome si traduce in “la vista dalle mura”, riferendosi alla visualizzazione del ristorante sul Mediterraneo.

Se si preferisce cenare direttamente sull’acqua, testa a Cap d’Antibes, dove potrete imbattervi in ​​uno dei segreti meglio custoditi Antibes: spiaggia La Garoupe. Qui, potrete rilassarvi in ​​uno dei tanti stabilimenti balneari privati ​​come Plage Keller, che funge anche da ristorante sul mare.

Cose da fare

  • Visita il Musée Picasso : Nel 1946, pittore Pablo Picasso ha trasformato il 14 ° secolo Castello Grimaldi nel suo studio d’arte personale, lasciando dietro di sé 23 dipinti e 44 disegni. Ora il castello serve come il primo museo d’arte dedicata all’artista, che ospita 245 di dipinti e sculture di Picasso (compreso il suo 1946 Joie de Vivre ), così come una selezione di opere di artisti contemporanei come Joan Miro, Nicolas de Staël e Fernand Léger .
  • Sip Absinthe Una collezione di cappelli folle (il vostro da indossare per la sera) rivestono le pareti della grotta-like Absinthe Bar, che si trova nascosto in un angolo di una strada laterale vicino al mercato coperto. Il venerdì e il sabato sera, il locale si trasforma in un piano bar dove è possibile cantare insieme ai preferiti jazz sorseggiando il liquore una volta proibita (spesso associato con gli artisti del 19 ° secolo e scrittori come Van Gogh e Baudelaire), servito in moda- tradizionale cucchiaio d’argento e zolletta di zucchero inclusi.
  • Escursione lungo la costa: Dalle spiagge di Garoupe su Cap d’Antibes, testa sul sentiero costiero di fronte bastioni del centro storico in una luce un’escursione di due ore intorno alla penisola. Il “Chemin des Douaniers”, noto anche come il “Sentier de Tire-Poil”, porta alla punta del Cap d’Antibes e villa Eilenroc, una bellezza Belle Époque costruito dallo stesso architetto che ha progettato la Parigi e di Monte-Carlo teatri d’opera.
  • Ha colpito il mercato: Tutti i giorni 06:00-13:00 troverete Cheesemongers, pescatori e fioristi distacco con le loro merci sul mercato provenzale coperto, situati nelle cours Masséna. Da metà giugno a fine settembre, il mercato si trasforma nel pomeriggio (tranne il lunedì) in una vetrina artigianale in cui pittori, scultori e ceramisti in mostra le loro creazioni. Se siete in visita nei mesi estivi di luglio e agosto, i mercati notturni si svolgono nelle serate di Juan-les-Pins’ Promenade du Soleil e Antibes’ L’esplanade du Pré-des-Pêcheurs.
  • Crogiolarsi sulla spiaggia: passeggiata Juan-les-Pins’ è fiancheggiata da alcune delle migliori spiagge private della zona, dove sono un dato di spiagge di sabbia bianca e un servizio bottiglia. Una prima scelta: polinesiana ispirazione Moorea, punteggiata di ombrelloni tetto di paglia e tiki bar.

You may also like